Lo spot di lingerie Playboy censurato, è stato giudicato come “porno soft”
 
Il rivenditore Bras N Things ha osato molto nel pubblicizzare la sua nuova linea di lingerie Playboy in Australia. 
Chi indossa la biancheria è una modella australiana, Simone Holtznagel, dove nel video la “merce” viene fatta apprezzare sulle sue curve sinuose con tanto di atteggiamenti poco consoni rispetto ai luoghi dove è stato proiettato. 
 
Difatti la pubblicità è stata trasmessa nei negozi e centri commerciali su schermi giganti perlopiù frequentati da famiglie con bambini. Lo spot è stato rimosso (molti l’hanno considerato porno soft) e sostituito da foto che mostrano la lingerie. Il produttore si difende dicendo che i video non hanno audio e che sono stati trasmessi solo in determinati negozi. La campagna è terminata a luglio.