Nel veneto Da oggi animali liberi di andare in spiaggia e nei parchi pubblici
Da oggi animali liberi di andare in spiaggia e nei parchi pubblici
Pubblicata la legge regionale che permette il libero accesso delle bestiole da compagnia sui litorali e nelle zone da cui erano escluse. Ma devono essere al guinzaglio. La trappola dei maltrattamenti
VENEZIA. Libero accesso degli animali da compagnia a giardini pubblici, parchi e spiagge del Veneto. Lo prevede la nuova normativa approvata dalla Regione Veneto e pubblicata oggi sul Bollettino Ufficiale. Nell'occasione il consigliere dell'Italia dei Valori, Gennaro Marotta, che sull'argomento aveva presentato nel 2012 un progetto di legge sostanzialmente accolto in quello approvato dal Consiglio, ha illustrato alla stampa, accompagnato dal suo cagnolino Fergie, il significato del provvedimento: «Si tratta di un segnale di civiltà. In pratica, oltre a vietare l'utilizzo della catena o di qualunque altro strumento di contenzione, la legge consente agli animali da compagnia, purché accompagnati dal proprietario o da altre persone e tenuti a guinzaglio e con museruola, l'accesso a tutte le aree pubbliche e di uso pubblico, compresi giardini, parchi e spiagge».

Il 40% degli italiani e dei veneti possiede almeno un animale domestico. Finora gli animali potevano essere ammessi sulle spiagge solo in zone particolari.
Ma c’è il rovescio della medaglia: se l’animale venisse portato in spiaggia e non fosse messo in condizioni favorevoli (ad esempio con acqua fresca e all’ombra), il padrone potrebbe essere accusato di maltrattamento. Quindi: massima attenzione.

fonte: nuovavenezia.gelocal.it 
 
< Prec.   Pros. >