Il Chihuahua, considerato la razza canina più piccola del mondo
Il Chihuahua, considerato la razza canina più piccola del mondo, vede le sue origini attribuite al Messico settentrionale.
Image
Si possono solo formulare ipotesi e congetture, poiché non si hanno testimonianze certe; nel corso dei decenni si sono aggiunte leggende folcloristiche, storie assolutamente prive di fondamento scientifico, come quella che lo vuole frutto di un 'ibridazione tra un cane e un roditore !!!
Una delle versioni più accreditate è che il Chihuahua discenda dal Techichi,un cane presente presso le popolazioni Tolteche. Questo cane è descritto di taglia piccola, con forte ossatura, dal pelo lungo e rossiccio.
La presenza di questo cane sembra avere un riscontro storico, datoci da bassorilievi su pietra presenti sul monastero francescano di Huejotzingo: questo convento fu costruito con materiale prelevato dalle piramidi di Cholula.
Probabilmente questo animale è vissuto anche presso la civiltà successiva, cioè quella degli Atzechi. Da testimonianze relative ai riti atzechi sembra che un piccolo cane giallo prendesse parte alle cerimonie funebri di questa antica civiltà.

Image
Rappresentazioni di cani dalle fattezze simili si ritrovano anche in una regione vicina, lo Yucatan, sede della civiltà Maya/ Tolteca, fra i resti delle antiche piramidi di Chicén Itzà.
Illustrazione dal Codice Magliabecchiano

Per giustificare le differenze tra queste rappresentazioni e la fisionomia dei chihuahua (attuale?) si avanzò la teoria che il Techichi fosse stato incrociato con un cane privo di pelo che gli atzechi chiamavano Biche e che potrebbe essere stato introdotto in Messico dall' attuale Cina attraverso lo stretto di Bering, in Alaska: sarebbe da addebitarsi all' immissione del Biche la diminuzione della taglia del Techichi ,così come asserito anche dall'allevatore De Blinde.

Sin dal suo esordio il Chihuahua fu confuso col Cane Nudo Messicano: infatti, nei primi anni '20 su libri e articoli sulla razza venivano descritti tre tipologie: pelo corto e liscio, pelo lungo e… nudo. Così furono attribuite al Chihuahua anche le storie che riguardavano questa razza, creando ancora più confusione.

La maggior parte degli studiosi, comunque, ha sempre sostenuto che le origini del Chihuahua siano da ricercarsi in Europa e in Cina e che in Messico prima dei Conquistadores non c'erano cani.

Clifford Hubbard, una nota autorità inglese, sosteneva la teoria che il Chihuahua provenisse dall'Europa e sia stato portato in Messico a seguito dei conquistatori spagnoli.
Image
Anche il professor Baltran, esperto di storia precolombiana all'Università di Puebla e direttore responsabile di "Mundo Canino", scrisse molti articoli in contrasto con le fantasiose teorie sulle origini selvagge del Chihuahua sostenute dal Maggiore Mundey. Entrambi sostenevano che non c'erano evidenze della presenza di cani prima degli spagnoli, aggiungendo che gli animali descritti dai resoconti dei rozzi conquistadores, muti e capaci di arrampicarsi sugli alberi, fossero Coati Mundi, cioè procioni, e furono assimilati ai cani solo perché nel vecchio mondo non c'era una parola adatta a denominarli.

Fonte: continua su: http://www.chihuahua.it/StoriaChihuahua.asp

 
< Prec.   Pros. >