Tipi di cani e razze a scopi differenti

 Image

Tutti i cani hanno ereditato dai lupi il loro comportamento. Ma grazie all’uomo è stato possibile determinare le caratteristiche e creare le diverse razze con svariate personalità, e differente forma e taglia. Raggruppiamo in categorie le varie razze, suddividendoli in gruppi; Cani da caccia, cani da utilità, cani da lavoro, Segugi, Terrier e da Compagnia. Si noterà che molte razze che venivano molti anni fa utilizzate per determinati scopo come la caccia alla selvaggina oggi vengono utilizzati come cani da compagnia.

Cani da compagnia
I Maltesi per esempio prendono il nome dall’isola di Malta, e si tratta di una razza molto antica, creata migliaia di anni fa, che oggi effettua il compito fondamentale e piacevole di fare compagnia.

Pastori
In esempio troviamo i Collies, e sono una razza di cani da pastore con un innato istinto e una certa abilità a controllare o a riunire in gruppo gli altri animali.

Cacciatori a vista
Un esempio di questa razza ci viene fornito dal Barzoi, che infatti si è evoluta nel corso di migliaia di anni, con lo scopo di aiutare l’uomo cacciatore. Il cane sfrutta la sua superiore capacità visiva per avvistare la selvaggina,  e la sua grande velocità per catturarla.

Segugi
I segugi hanno una cavità nasale abbastanza lunga, dove si trovano le loro facoltà olfattive superiori. Tra questo gruppo di cani troviamo il Bloodhund che sono molto abili nel seguire gli odori a terra che nell’aria.

Guerrieri
Storicamente i cani da guardia e da combattimento erano di taglia grande come per esempio il Mastino Napoletano, oggi comunque i cani da guardia vengono selezionati tenendo conto della loro destrezza fisica piuttosto che dalla taglia.

Cani da caccia
Nel 1800 le razze prese in esempio come il Setter Irlandese, il Pointer e gli altri cani da caccia erano comuni non soltanto tra i cacciatori come in passato. Oggi i Setter risultano essere tra i cani più diffusi per fare compagnia all’uomo.

Terrier
I Terrier esistevano già ai tempi dei romani, e sono stati gli inglesi a creare il maggior numero di Terrier, e molti nome provengono infatti dalla Scozia.

 
< Prec.   Pros. >